Struttura territoriale di formazione della Scuola Superiore di Magistratura in Venezia

L'Ufficio dei referenti per la formazione decentrata permanente dei magistrati istituito dal Consiglio Superiore della Magistratura con delibera 26 novembre 1998 viene profondamente innovato con l'istituzione della Scuola Superiore della Magistratura.

La Scuola Superiore della Magistratura viene istituita nell'ambito della più ampia riforma dell'ordinamento giudiziario: in base alla legge 25 luglio 2005, n. 150 e con la legge 30 luglio 2007, n. 111 viene data una definitiva regolamentazione della Scuola.

La Scuola Superiore della Magistratura è un ente autonomo che assicura l'attuazione del diritto-dovere alla formazione professionale degli appartenenti all'ordine giudiziario e svolge altri compiti didattici e ricerca; tra questi, la formazione permanente dei magistrati e, in collaborazione con il CSM, quella iniziale dei magistrati in tirocinio ( i quali, a differenza che nel precedente assetto, svolgono sessioni residenziali presso la Scuola per sei mesi); la formazione dei responsabili degli uffici giudiziari; quella dei magistrati onorari.

Per l’erogazione del servizio formativo la Scuola Superiore della Magistratura si avvale anche di strutture didattiche incentrate su base distrettuale.

La Risoluzione sulle attività di formazione decentrata del 10 settembre 2013 ha profondamente innovato il precedente assetto, riunendo in un’unica struttura territoriale le tre reti preesistenti (dei formatori decentrati, dei formatori europei e dei formatori per i magistrati onorari), nell’ambito di un progetto che si basa non soltanto sull’ottimizzazione delle risorse umane e finanziarie, ma anche sull’idea di una cultura comune della giurisdizione.

In particolare, la formazione decentrata oltre a rendere fruibili in sede locale corsi di formazione alternativi a quelli organizzati in sede centrale si prefigge di essere d’ausilio al magistrato nella quotidianità del lavoro giudiziario, mediante la costante rilevazione dei bisogni formativi, la diffusione delle principali novità giurisprudenziali e legislative, la creazione di percorsi formativi personalizzati per i magistrati che si accingono al cambio di funzione. La Scuola, per il tramite della formazione decentrata vuole offrire il proprio contributo ad un miglioramento della quantità e soprattutto della qualità della giurisdizione.

Le iscrizioni ai corsi di formazione si effettuano accedendo al sito: www.scuolamagistratura.it seguendo la seguente procedura:

  • entrare con la propria password (la medesima che si utilizza per le iscrizioni ai corsi di Scandicci) nell'area riservata del sito www.scuolamagistratura.it;
  • cliccare, dal menu a sinistra, la voce "Formazione decentrata".

 Riferimenti normativi

  • Decreto Legislativo 30 gennaio 2006, n. 26
  • Risoluzione del Comitato direttivo della Scuola Superiore della Magistratura del 10 settembre 2013, N. 721/2013/IDSSM “Risoluzione sulle attività di formazione decentrata”

Formatori:

  • Umberto Giacomelli -  giudice presso il Tribunale di Belluno
  • Francesco Perrone – giudice presso il Tribunale di Padova
  • Giuseppe Pighi – sostituto procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Verona
  • Rita Rigoni - consigliere presso la Corte d'Appello di Venezia
  • Vincenzo Sgubbi – giudice presso il Tribunale di Belluno
  • Massimo Vaccari – giudice presso il Tribunale di Verona
  • Marta Massaro – giudice onorario presso Tribunale di Belluno
  • Stefano Conte - vice procuratore onorario della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Vicenza
  • Fabrizio Pertile – giudice di pace presso l'Ufficio del Giudice di Pace di Venezia

Indirizzo:

Corte Appello Venezia
Palazzo Corner Contarini dai cavalli
San Marco 3978
Piano Primo Stanza n. 15
venezia@scuolamagistratura.it
formazione.ca.venezia@giustizia.it

Personale addetto:

Virginia Esposito - Funzionario bibliotecario - Tel.041 5217647 Fax 041 5217645